Una destinazione da sogno: Petra by Night

Le orecchie si tappano e il motore sferraglia mentre la strada sale sempre più in alto sulle montagne. Il percorso è onirico. I tornanti stretti conducono a ripide colline che appaiono verticali.  Sembra di essere sulle montagne russe. Tutti si chiedono cosa ci sarà oltre l'orizzonte: sembra che siamo diretti esattamente al cielo.

 

All'improvviso la nostra corsa si ferma. Si stendono di fronte a noi larghi piani. Territorio di frontiera. Uomini beduini vestiti di jeans e foulard vanno al galoppo su cavalli come i cowboy del vecchio west e i camioncini con le loro numerose famiglie passano accanto. All’improvviso, un asino si rotola sul dorso proprio in mezzo alla strada.        

 

La luce sta svanendo quando arriviamo nel centro di Petra. Troviamo aperti i negozi di souvenir che vendono lampade di Aladino e tazze da cammello, mentre i loro commercianti cercano di fare affari. La famosa esperienza Petra By Night prenderà il via in poco meno di un'ora e c'è un vociare costante sul luogo.

Una destinazione da sogno

Una visita a Petra, in Giordania, è una di quelle voci che non possono mancare nella vostra lista delle mete da vedere assolutamente. Insieme a Pompei, al Taj Mahal e al Machu Picchu, è una di quelle attrazioni che ci viene detto di vedere prima di morire.

 

Non solo l'antica città ha ottenuto lo status di patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 1985, ma è stata anche nominata una delle nuove meraviglie del mondo nel 2007. Poi c'è l'effetto Hollywood: chiunque abbia visto Indiana Jones e l'ultima crociata riconoscerà il bellissimo edificio del Tesoro di Petra dalle scene finali del film.

 

Petra di giorno è una festa per gli occhi, ma Petra by Night promette un'esperienza davvero speciale per tutti i sensi.

Lasciato il centro visitatori, partiamo per la discesa. Nello sfondo, luci di lampioni e frinire di grilli. Quando entriamo nel Siq, (la gola lunga 1 km che conduce al Tesoro), è buio pesto a parte il morbido bagliore delle candele che tremolano dentro i piccoli sacchetti di carta che fiancheggiano il percorso a perdita d'occhio.

 

Seguiamo le figure indistinte di fronte con le loro conversazioni sussurrate che vagano dentro e fuori come fantasmi. Sotto i piedi, il terreno è polveroso e irregolare, per poi diventare sabbia rocciosa, ciottoli di epoca romana, e ancora sabbia.

 

Scorci di luna e stelle appaiono di tanto in tanto attraverso le crepe sopra le nostre teste. C'è anche l'odore terroso degli escrementi d'asino, ma Petra di notte è innegabilmente romantica.

La città costruita sull'incenso

Situata a metà strada tra il Mar Morto e il Mar Rosso, Petra divenne la capitale dell'impero nabateo nel I secolo a. C. e prosperò grazie al commercio di incenso, mirra e spezie.

 

Petra nasconde un segreto talmente grande che le è valso il nome di "città perduta". Nessuno sa con certezza perché Petra rimase nascosta per secoli prima di essere riscoperta dall'esploratore svizzero Johann Ludwig Burkhardt nel 1812.

Scolpita dall'alto verso il basso nella roccia arenaria color rosa scuro, il Tesoro di 40 metri di altezza, o edificio "Al Khazna", testimonia le notevoli capacità ingegneristiche dei Nabatei.

 

Il nome ‘Tesoro’ potrebbe suggerire una sorta di preziosa volta piena di montagne di rubini, diamanti e altre ricchezze, ma gli archeologi sostengono che il più elegante edificio del sito fosse in realtà un tempio o una tomba dedicata agli antichi re. Oggi, il Tesoro è l'edificio più fotografato di Petra e il fulcro dell'esperienza di Petra by Night.

La grande rivelazione

Di ritorno al Siq, il mormorio ossessivo della musica araba ci dice che abbiamo quasi raggiunto la nostra destinazione. Il percorso si allarga per rivelare una prima vista sul mare di candele davanti al Tesoro (o almeno, immaginiamo sia il Tesoro).  È così buio che l'edificio è invisibile, così come il cantante e il pubblico riunito. 

 

Ci sediamo su uno dei tappeti posati sul terreno. Qua e là, i flash proibiti delle telecamere sfuggono ai divieti delle guide. Il Tesoro rimane ammantato nell'oscurità. Un flauto emana musica ipnotica e affascinante, come quella usata con i serpenti.

 

Il musicista non è molto distante, ma non riesco a vederlo. Ci vengono servite delle tazze di tè da mani anonime. È caldo, sciropposo, dolce e delizioso. Lo beviamo ciecamente.

 

Proprio mentre cadiamo in una trance di ninne nanne arabe, una figura solitaria appare sotto i riflettori. In inglese, chiede al pubblico di chiudere gli occhi ed esprimere un desiderio. Comincia un conto alla rovescia: TRE, DUE, UNO...  Apriamo gli occhi.

 

C'è una corsa collettiva per iPhone e fotocamere mentre il Tesoro si rivela davanti ai nostri occhi. È a dir poco maestoso.

Segue uno spettacolo di luci, che ci dà la possibilità di vedere il Tesoro illuminato nella sua tonalità di giorno di rosa tendente al rosso. 

 

Lo spettacolo termina, la folla si allontana e le luci si attenuano ancora una volta. Restiamo a fotografare il Tesoro e la sua costellazione di candele finché non siamo gli ultimi a partire.

 

Prima di andare, ci voltiamo un'ultima volta per vedere il monumento. Magico.

Esperienza Petra by Night: suggerimenti

  • I biglietti possono essere acquistati presso i negozi del centro visitatori, le agenzie turistiche locali e presso le hall degli hotel e costano 17 JD (circa 17 €). I bambini sotto i 10 anni sono ammessi gratuitamente.
  • Le esibizioni di Petra by Night si svolgono lunedì, mercoledì e giovedì dalle 20:30 alle 22:30.
  • Indossate scarpe comode, la passeggiata al Tesoro dura circa 25 minuti si snoda su un terreno irregolare ed è scarsamente illuminata.
  • Resistete all'impulso di utilizzare le vostre fotocamere: le fotografie con flash sono proibite e il sito è illuminato solo da candele, il che significa che non potrete comunque catturare il Tesoro con una fotocamera (soprattutto del vostro cellulare). Ricordate, avrete la possibilità di fotografare l'edificio alla fine della performance.
  • Cercate di essere presenti e godervi le performance sul momento: filmare l'esperienza non è sufficiente per catturarne l'atmosfera unica. 

Voli per Amman | Aqaba