7 Buoni Motivi per Visitare Bologna

Bologna è uno dei tesori meglio conservati d'Italia, con un'incredibile varietà di cibi tradizionali, cultura e occasioni per lo shopping. Quindi, perché non esplorare meglio questa città? Ecco qui sette motivi per cui visitare Bologna.

Cibo eccezionale

Delizioso!

A Bologna è possibile gustarsi moltissimi cibi famosi: tagliatelle al ragù, Parmigiano Reggiano, aceto balsamico, mortadella, prosciutto… L’intera regione dell’Emilia Romagna è il luogo di origine di alcune delle prelibatezze gastronomiche più conosciute sia in Italia che all'estero. Dovreste anche provare le famosissime piadine, o un bel piatto di tortellini al ragù, o una delle loro torte di riso per colazione.

Tesori medievali

Come tornare indietro nel tempo

Bologna è sede della più antica e importante università del mondo occidentale, la quale fu fondata nel 1088.

 

Non dimenticate di visitare Archiginnasio (la prima sede dell'università), il sorprendente Teatro Anatomico, dove si svolgevano dissezioni e studi anatomici, e la biblioteca, la quale ospita la più grande collezione di testi e manoscritti di tutto il Paese.

 

L'elenco di studenti illustri dell’università comprende Copernico, Papa Alessandro VI e Dante. L’università svolge ancora un ruolo fondamentale per la cultura di Bologna, e i suoi studenti aggiungono all’atmosfera accademica un tocco vivace e bohémien.

 

Gli eleganti e graziosi portici sono alcuni dei simboli più iconici della città.

 

Bologna vanta 53 km di arcate (molte delle quali risalgono all’XI secolo) che serpeggiano per tutta la città, donandole un carattere unico, oltre ad essere perfettamente utili come riparo durante le afose estati e i piovosi inverni.

 

Passeggiate sotto il portico più lungo del mondo (666 arcate!) fino alla Basilica di San Luca. È una passeggiata un po’ faticosa, ma una volta in cima vi offrirà dei panorami mozzafiato.

Shopping, quello vero

Milano, scansati.

Bologna è la città più ricca d'Italia e basta dare un’occhiata alle vetrine dei negozi esclusivi che costeggiano i suoi portici di marmo per rendersene conto.

 

Se volete acquistare capi di marche esclusive (o semplicemente continuare a guardarne le vetrine!), dirigetevi verso Via Farini oltre Piazza Maggiore, poi fermatevi da Zanarini (uno dei locali più trendy della città) per un caffè o un gelato.

 

I negozi di alta moda si trovano proprio nelle arterie vicine di Via Indipendenza e Via Francesco Rizzoli.

 

Non potete lasciare Bologna senza acquistare qualcuno dei suoi prodotti gastronomici tipici. Troverete numerosi negozi di specialità gastronomiche nelle stradine strette tra Piazza Maggiore e le torri.

Il portale sull'Italia settentrionale

Nuove avventure vi aspettano!

L'Emilia Romagna è una regione molto vasta, con tantissimo da offrire. E se siete a Bologna, raggiungere le altre regioni del Nord è un gioco da ragazzi.

 

Modena, Ferrara, Parma e Rimini sono tutte destinazioni popolari e sono mete perfette per delle gite in giornata. Noleggiate una macchina e lanciatevi nella scoperta della regione on the road.

 

In alternativa, i trasporti pubblici sono eccellenti, con frequenti treni veloci da Bologna verso tutto il Paese. Potete raggiungere Firenze in 45 minuti, Milano in un'ora o Venezia in circa due ore.

Aperitivi a regola d’arte

Dirigetevi all'Osteria del Sole per un aperitivo più tradizionale

L'aperitivo serale è un po' un'istituzione a Bologna. È una cosa seria. I bar fanno a gara a chi offre i buffet più ricchi. Con circa 8 € potete rilassarvi con uno spritz e una quantità pressoché illimitata di stuzzichini con salumi, formaggi, panini e patate fritte.

 

Gli aperitivi sono così ricchi che molti studenti lo sostituiscono alla cena. Per un buon aperitivo, personalmente vi consiglierei Le Stanze e il bar del MAMbo, ma la gente del posto preferisce l’Osteria del Sole: si tratta del bar più antico di Bologna.

 

Quest'osteria del XV secolo è un po' spartana ma piena di anima. Servono innumerevoli vini locali al bicchiere, ma se volete mangiare, dovrete portarvi il vostro cibo.

 

Vi consigliamo di acquistare qualche stuzzichino nei negozi vicini e di andarvi a rilassare con un bicchiere di vino in mano sui loro lunghi tavoli di legno.

Altezze vertiginose

La vista dall'alto vale sempre la pena

Bologna è conosciuta come La Grassa (per ovvi motivi), La Dotta (per l'università) e La Rossa (in riferimento al colore dei tetti ma anche alla stretta interconnessione con il partito comunista).

 

Salite sulla Torre degli Asinelli dell'XI secolo per ammirare panorami mozzafiato sui tetti in terracotta della città e delle colline circostanti. Insieme alla vicina Garisenda, la torre medievale è uno dei simboli architettonici più riconoscibili della città.

 

Bologna è una delle città italiane che ha svolto un ruolo fondamentale nel Rinascimento. Tuttavia, poiché snodo di trasporti, fu distrutta durante i bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale.

 

Dagli anni '70, gran parte dell'architettura medievale e rinascimentale di Bologna è stata restaurata.

L'arte

Affreschi della Cappella del Rosario di Bologna

Spesso i turisti ignorano le bellezze artistiche di Bologna, ritenendo che solo Roma, Venezia e Firenze possano offrire il meglio.

 

C'è una straordinaria collezione di opere d'arte di Raffaello e Tiziano alla Pinacoteca Nazionale di Bologna (Museo Nazionale) e il Museo Archeologico è uno dei più prestigiosi del Paese.

 

Il museo d'arte contemporanea della città, il MAMbo, ospita anche il Museo Morandi, mentre le sue strutture vengono restaurate. Morandi è uno dei più noti pittori italiani del XX secolo e ha vissuto la maggior parte della sua vita a Bologna.

 

Il Museo offre una fantastica collezione dei suoi lavori e merita una visita. Durante tutta l'estate, la città ospita un sacco di eventi all'aperto di cinema, musica, danza e teatro. Il Festival di Bologna e il Jazz Festival sono entrambi noti in tutta Italia.

 

Andrete presto a Bologna?  Taggate le vostre foto con l'ashtag #ryanairstories per avere la possibilità di apparire sul nostro feed Instagram.

 

- Hannah Frances